top of page

Double leam senza veli

Molti tra i lettori di questo articolo sono già ampiamente ferrati sul tema che tratteremo, ma per chi si sta avvicinando ora all'utilizzo di fouille in pastura o terra, potrebbe essere interessante conoscere questo facile sistema per introdurre in acqua le piccole larve.

Tanto per iniziare il "double leam" non è altro che l'aggiunta alle terre di una parte di bentonite o grey leam per veicolare più o meno velocemente sul fondo, la quantità di esche che vogliamo, proprio come faremmo con il bigattino incollato: un agglomerato di piccoli "sassolini" di terra che a seconda di come lo stringiamo e lavoriamo con le mani potrà rilasciare le nostre esche in maniera super veloce o lentamente. Inoltre lavorato in questo modo, il grey leam inibisce la proprietà della terra di "fumare".

Partiamo dalle dosi :

1 litro di terra

1/8 di litro di grey leam

Inizieremo mescolando dapprima con le mani data la estrema volatilità del grey leam, per poi iniziare a mescolare con trapano ad alta velocità ed un vaporizzatore puntato al centro del mastella per non causare "fanghiglia" ai bordi dello stesso.

Dobbiamo procedere con cautela con l'aggiunta di acqua in quanto passare da un double leam ben fatto a qualcosa da buttare è veramente un salto brevissimo, ma basta essere cauti nella bagnatura e non si avranno problemi.

Quando inizieremo a vedere formarsi dei piccoli grumi possiamo smettere di inumidire la terra e considerare pronto il nostro double leam.

Di seguito due foto del double leam che abbiamo utilizzato per questo articolo, uno con terra di somma ed uno con la terra di riviere, per farvi vedere quando possiamo considerarlo "pronto".

Andiamo ad aggiungere il fouille e proviamo in acqua le due miscele che abbiamo preparato per vedere se ci sono differenze tra i due composti.

Per prima cosa abbiamo stretto le palline in modo classico, un paio di strette a simulare la normale preparazione della pallina per uscire con la coppetta :

Immergendo le due differenti palline non abbiamo avuto neanche il tempo di avviare la registrazione del video che si stavano praticamente sfaldando immediatamente, come dimostra la sequenza di foto successiva, tutto accade in 15 secondi :

Questo accade perché il double leam trattiene all'interno molte piccole bollicine d'aria che andranno immediatamente a sfaldare la pallina di terra e rilasciare il contenuto. Capita spesso di vedere in superficie dopo aver pasturato, di vedere molte piccole bolle d'aria salire in superficie, segno evidente che il nostro double leam sta lavorando molto velocemente.

Possiamo quindi dire che se vogliamo un double leam rapido, che lavori velocemente, non c'è alcuna differenza nell'utilizzo della terra di somma piuttosto che la riviere.

Sarà lo stesso se stringiamo maggiormente la pallina imprimendo 4/5 strette?

Già visivamente l'aspetto delle due palline appare decisamente più compatto e solido, in sostanza abbiamo soltanto eliminato molte delle bollicine d'aria ed avvicinato tra loro i "sassolini" di terra e Grey leam.

Come potrete vedere da video seguente (che abbiamo reso di 2 minuti invece di 20 minuti) il double leam fatto con la terra di riviere è circa il 30/40% più tenace rispetto a quello di somma, che anche se aumenta di molto la capacità di tenere il fondo e lavorare lentamente, potrebbe farci preferire l'utilizzo della riviere quando andremo ad affrontare fiumi profondi o con corrente sostenuta.

Di seguito il video (ogni 20 secondi circa corrisponde ad un minuto di girato)


290 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page